Pubblicità
HomeCulturaArteArriva a Torino il surrealismo fotografico di Araki

Arriva a Torino il surrealismo fotografico di Araki

[oblo_image id=”1″] Far coesistere quantità e qualità risulta spesso difficile. Quando poi si tratta di arte, i problemi sono ancora maggiori. Proprio per questo, la mostra celebrativa della quarantennale carriera di Nobuyoshi Araki curata dall’Istituto Nazionale per la Grafica diviene un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della fotografia d’autore. L’allestimento è infatti quantomai ricco. Si inizia con una selezione di opere uniche per proseguire con l’album Tokyo Diary 2003-2007 e concludere con la chicca di oltre 300 scatti inediti realizzati a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta.

Dopo aver iniziato il suo percorso crativo come pittore, Araki si è dedicato completamente alla fotografia affermandosi come uno degli autori più fecondi. Anticonvenziale, poliedrico in grado di svariare con disinvoltura dai nudi a surreali vedute delle moderne metropoli, l’artista nipponico si è sempre distinto nell’eludere la banalità. Proprio per questo ha collaborato anche con interpreti apparentemente lontani dal suo mondo. E’ stato lui a realizzare la copertina dell’album Telegram di Bjork mentre la sua espressività ha ispirato il regista Travis Klose nella produzione del documentario Arakimentari.

Chi visiterà la mostra nella suggestiva cornice di Villa Remmert a Ciriè potrà ammirare un caleidoscopio unico dove si mescolano le atmosfere dei tradizionali villaggi giapponesi e le inquietudini dei moderni skyline, l’impatto devastante di nudi bondage e i ritratti di personaggi celebri del mondo dell’arte e dello spettacolo.

Rassegna Araki Gold di Nobuyoshi Araki curata dall’Istituto Nazionale per la Grafica
Dal 13 Giugno al 27 Luglio presso Villa Remmert a Ciriè (TO)
Orari venerdì, sabato e domenica 15.00 – 20.00
Ingresso gratuito Informazioni +39 011 9222396, cultura@comune.cirie.to.it

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments