Pubblicità
HomeCulturaFuturo Remoto: viaggio agli estremi della terra

Futuro Remoto: viaggio agli estremi della terra

[oblo_image id=”1″]Agli estremi del mondo. La ventunesima edizione di Futuro Remoto, una tra le principali manifestazioni di divulgazione del sapere scientifico e tecnologico in Italia, sarà inaugurata presso il Museo Vivo di Città della Scienza di Napoli il 23 novembre alle ore 19,30. L’evento si concluderà il 16 dicembre e avrà come tema ‘Terre di ghiaccio e Terre di fuoco’. Un viaggio nel tempo e nello spazio che toccherà gli ambienti più estremi della terra: i poli geografici e i vulcani. Un percorso affascinante che si svilupperà su più direttrici, in maniera tale da consentire una visione a 360 gradi dei molteplici argomenti connessi al tema del ghiaccio e del fuoco. Accompagneranno la mostra una serie di iniziative collaterali, conferenze, laboratori, incontri con esperti, che costituiranno un’interessante occasione di confronto per fare il punto sullo stato di salute del pianeta, spaziando dagli effetti dei cambiamenti climatici all’inquinamento, dal rischio vulcanico alle energie rinnovabili.  

La manifestazione ruoterà attorno a due esposizioni principali. La mostra interattiva ‘La terra inquieta. il pianeta raccontato dai vulcani’ è una finestra aperta sui continui movimenti che caratterizzano l’interno della terra, modificandone senza soluzione di continuità la struttura. Una frenetica attività che ha proprio nei vulcani un punto privilegiato di osservazione. Particolare attenzione sarà rivolta ai vulcani presenti sul territorio napoletano, il Vesuvio, i Campi Flegrei e l’isola di Ischia. Exhibit, prodotti multimediali, laboratori in mostra, pannelli didattici costituiranno la chiave d’accesso per conoscere i fenomeni che sono alla base della formazione dei vulcani e del loro incidere, attraverso l’attività eruttiva, sull’ambiente naturale e sulla vita dell’uomo.  

Dal caldo al freddo estremo. ‘Pole Position 2007’ si inserisce nell’ambito delle iniziative di divulgazione scientifica dell’Anno Polare internazionale, evento che si prefigge l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul fondamentale ruolo svolto dalle regioni polari nel regolare il clima del pianeta. Ambienti affascinanti e ricchi di misteri, il cui fragile ecosistema è però messo a dura prova dall’impatto del nostro agire quotidiano. Ampio spazio sarà quindi dedicato a fenomeni di scottante attualità quali l’effetto serra, lo scioglimento dei ghiacciai, la variazione del livello del mare.

‘Fire. Dal fuoco incontrollato al fuoco controllato’, ‘Meridiani e paralleli. Viaggio nella cartografia De Agostini’, ‘Viaggio nel silicio’, ‘Solevento. Il piantea rinnovabile’, Tutti giù per terra’ (percorso attivo di educazione al rischio sismico e vulcanico) ‘Tutti al freddo, tutti al caldo’ (rivolta ai bambini), ‘Sarò pompiere’ e ‘Gioie di fuoco’ (sulla lavorazione artistico-artigianale della pietra lavica) le altre mostre in programma.

Futuro Remoto23 novembre-16 dicembre 2007
Città della Scienza-Napoli
Orario di visita: dal lunedì al venerdi ore 9.00-17.00, sabato e domenica ore 9.00-21.00

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments