HomeCulturaCittà del libro: summit di bibliofili nel Salento

Città del libro: summit di bibliofili nel Salento

[oblo_image id=”1″]”Diversa…mente” è il titolo di quella che oggi è la manifestazione culturale di respiro nazionale,più attese del Salento,che vanterà la presenza di personaggidel calibro di Francesco Giorgino,Duilio Gianmaria,Catherine Spaak.

“Città del libro”, allocata a Campi Salentina,un piccolo paesino pugliese, sconosciuto ai più, quest’anno ha come obiettivo quello di promuovere lo sviluppo e la diffusione della nostra cultura, arricchendola di contaminazioni provenienti da tutto ciò che usiamo definire: “l’altro”.

Ciò che guerre, politica,ideologia hanno allontanato,la cultura vuole unire,per dimostrare che il nostro bagaglio di conoscenza e di saggezza può fare spazio pacificamente a tradizioni che parlano lingue a noi sconosciute.

Tra le presentazioni più attese, vi è quella del libro “Seta e veleni. Racconti dell’Asia Centrale” del già citato Duilio Gianmaria. Il conduttore di Uno Mattina, rivive la sua esperienza d’inviato in una terra, L’Asia Centrale, tanto gravida di cultura ma troppo spesso piegata da conflitti e povertà. Alla presentazione di Gianmaria, si affiancherà la mostra fotografica di Daniele Torsello che esporrà gli scatti più significativi della sua esperienza in Afghanistan.

Diversa…mente, è incontro con “l’altro”, il diverso anche solo per carattere, personalità;questo è il tema di “Lui”, Sperling & Kupfer di Catherine Spaak, che presenteràil racconto di un amore nato nella diversità, all’apparenza banale, di due persone con opposte inclinazioni.

“Buoni propositi” Il Messaggero, è il libro che verrà presentato da Francesco Giorgino, il quale s’interroga e c’interroga su importanti quesiti d’attualità. Oltre alle personalità di spicco, fra cui citiamo anche Toni Capuozzo, inviato del tg 5, fanno da sfondo alla “Città del libro” le riflessioni e la creatività di tanti autori più o meno conosciuti.

Immancabile, inoltre, lo spazio dedicato ai bambini,che vedrà anche Tonio Cartonio della Melevisione dedicare loro uno spettacolo di “Storie e filastrocche”. Centro propulsore di cotanto dono dedicato a bibliofili e non, ricordiamo che è un paesino della Puglia. Ciò vuole ammonire sull’importanza di ogni contributo che il nostro paese può offrire, per farci ricordare che, da qualunque angolazione la guardiamo,la nostra è una fiera terra di cultura.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments