La mostra di Carlo Maria Mariani al CIAC Foligno

0
11

[oblo_image id=”1″] Curata da Italo Tomassoni, dall’artista stesso e da Carol Lane, curatrice di tutta l’opera di Mariani, propone 24 opere in gran parte mai esposte in Italia, realizzate tra il 1989 e il 2011, molte delle quali dipinte a New York e alcune delle quali esposte nella importante personale tenutasi a New York nel 2011 a cura di David Ebony con il contributo di Italo Tomassoni, Roberto Pincus Wittend e Carol Lane.

David Ebony di Art in America ha scritto di lui: “Mariani è un pittore concettuale. Il suo lavoro è una meditazione sulla perfezione e sull’armonia – passate, presenti, future. Non è per lui sufficiente presentare al mondo uno sguardo della propria visione privata. Offre invece un modo alternativo di pensare, utilizzabile da tutti coloro che cercano rifugio dalla mediocrità e dal cinismo indotti dai mass-media…Egli utilizza la sua incredibile maestria per trattare i più avanzati quesiti estetici di oggi. Il suo lavoro tratta temi complessi inclusi la riconciliazione del passato col presente, della memoria con la perdita e della vita con la morte…Nel suo lavoro, Mariani colpisce per una accentuata consapevolezza e per una maggiore comprensione delle dimensioni, non solo dello spazio, ma anche del tempo”.