Morire in campo: la maledizione del 2007

0
5

Non era un fuoriclasse, non aveva un futuro da campione assicurato come Puerta ma ora non conta. Il calcio piange un’altra morte bianca: drammatica e sconvolgente come le altre quattro che hanno funestato il 2007 del pallone.

Phil O’Donnell, capitano e simbolo della squadra scozzese del Motherwell, si è accasciato durante l’incontro con il Dundee United. Il giocatore aveva chiesto il cambio ma un attacco di cuore lo ha stroncato davanti ai propri tifosi. E proprio lo stadio di casa di Fir Park è diventato meta di una composta ma incessante processione. Sostenitori locali, ex compagni, ma anche tifosi avversari si uniscono per rendere omaggio a O’Donnell.

Una carriera vissuta da uomo spogliatoio per la capacità di essere un leader anche senza avere doti tecniche eccelse prima a Motherwell, poi con i gloriosi Celtic e in Inghilterra con lo Sheffield United, infine il ritorno nel club che lo aveva lanciato. Lascia una moglie e quattro figli in tenera età.

Purtroppo, la tragedia vissuta in Scozia allunga la serie su un annus horribilis. Soltanto pochi giorni fa la serie A ha voluto ricordare con un minuto di raccoglimento la scomparsa di Lorenzo Modena, arbitro non ancora diciottenne colpito da un arresto cardiaco mentre dirigeva una gara di categoria giovanissimi. Stesso crudele destino per l’ecuadoregno Jairo Andres Nazareno del Bahia Cleber e per lo zambiano Chaswe Nsofwa. E poi Antonio Puerta, talento purissimo del Siviglia e della Nazionale spagnola, crollato nella propria area di rigore davanti agli occhi attoniti di tifosi e appassionati di tutto il mondo.

Proprio nel caso del difensore andaluso si erano aperte le polemiche su eventuali ritardi nei soccorsi o sull’inadeguatezza dei controlli dello staff medico del Siviglia. Al di là delle accuse, il mondo del calcio probabilmente dovrebbe iniziare una profonda riflessione per comprendere le ragioni di questa serie di tragedie. Voler sempre continuare in nome dell’imperativo the show must go on potrebbe rivelarsi di cattivo gusto.

Per ulteriori informazioni: www.motherwellfc.co.uk.